Mostrami qualcosa che non so.

 

L’accoppiato medicale torna protagonista.

Se è vero che il packaging flessibile valorizza (e protegge) il prodotto, gli eventi “mostrano soluzioni al mondo”, “tracciando una linea”, definendo gli standard di settore e dimostrando che il mondo reale è ancora il  “posto ideale dove poter coltivare idee nuove”.

Gli eventi sono il punto d’incontro fra l’analisi dei dati e le sfide che abbiamo saputo accogliere, nel tempo: capire dove e perché abbiamo perso sono i due motivi che ci spingono a scegliere (e a partecipare) ad una fiera piuttosto che un’altra.

E’ una scelta, così come quella di esporre la propria Azienda: “fare il primo passo”, scegliere, con atteggiamento propositivo, di “tracciare la strada”, “donarsi alle persone” e mettere a fattor comune le conoscenze e gli sforzi commerciali della tua squadra, discutendone le scelte ingegneristiche e condividendone gli sviluppi di progetto.

“Parliamo di “condivisione” e proponiamo “barriere”: è vero, ma solo per abbattere le ultime resistenze in termini di sicurezza, prodotto, materiali e tecnologia”.

L’imballaggio flessibile ci insegna come l’innovazione si nasconda dietro una “nuova aderenza”, una nuova intuizione o, più semplicemente, interpretando diversamente i dati del mercato; Le diverse tipologie di film medicale garantiscono –  oggi – un “accoppiato” dalle massime prestazioni sigillanti grazie a una maggiore adesività, resistenza alla trazione e punto di fusione.

Un packaging con simili caratteristiche ha bisogno di un contesto all’altezza, un “format ad ampio respiro” attraverso cui esprimere tutto il suo potenziale (comunicativo, tecnologico e commerciale) e provocare un impatto: multicanalità e visibilità dell’evento, rilevanza e autorevolezza (Partner e contenuti), tipologia e declinazione del format (orientato al confronto, agli approfondimenti di prodotto e alla divulgazione della conoscenza), versatilità e personalizzazione dello spazio espositivo.

Dimmi, mostrami e dimostrami: uno spazio da comunicare e valorizzare “con i fatti”.

La fiera/evento è un asset fondamentale all’interno di un piano di comunicazione strategica d’impresa: è riprova “sociale”, posizionamento… è sentirsi parte attiva del cambiamento: possiamo generare un orientamento positivo o valorizzare la nostra identità per mezzo di azioni, pensieri, materiali e contenuti coinvolgenti, emozionali e/o esperienziali.

Non basta più “presidiare” o, banalmente, “partecipare” ad un evento: “esserci” significa interagire con il mercato e “toccare con manol’evoluzione, oltre che del prodotto, del nostro Cliente-target, sempre più consapevole, informato, esigente e connesso e comprendere le nuove dinamiche di un mercato sempre più complesso dove il prodotto è la sola risposta che conta alle necessità reali (e quotidiane), relativamente alla salute (ed al benessere) delle persone.

“Un’esperienza autentica e concreta capace di creare empatia tra brand e utenti”.

Esserci per contribuire alla crescita del settore ma, soprattutto, per mantenere, promuovere e cercare di migliorare il prodotto ed elevare gli standard qualitativi relativi alla produzione e alla fornitura di sistemi di barriera di sterilizzazione monouso nel settore sanitario e medicale.

Un impegno costante e quotidiano in cui spirito d’iniziativa, esperienza e avanguardia ci rendono parte attiva di un “movimento” capace di proporre un cambiamento e di realizzare un impatto: innovare (e migliorare) l’esperienza d’uso (e tecnologica) dei nostri dispositivi per rispettare e proteggere il nostro paziente.

In un mercato complesso e “dispersivo” che ci vuole sempre più connessi e “distratti” (ma integrati), eventi e fiere di settore sono risorse vincenti, veramente attuali e “potenti”, capaci di valorizzare il momento e spostare l’attenzione sui fatti reali: siano essi prodotti, servizi, intuizioni, progetti è stupefacente scoprire quante persone (con molteplici professionalità) ci siano dietro progetti di design di imballaggio flessibile medicale, dispositivi medici e sanitari apparentemente semplici (oggettivamente non belli e non appariscenti) ma che, attraverso tanta tecnica e notevoli capacità di “ascolto attivo”, fanno la differenza, ogni giorno, salvando vite umane, traducendo le necessità della singola persona in un bene reale, tangibile e a disposizione di tutti.

Noi rispondiamo “presente”… e tu?!

Puoi leggere anche

“Il coraggio di essere”.

“Il coraggio di essere”.

Il packaging flessibile ha rivoluzionato l’industria farmaceutica, medicale e molte altre, offrendo una soluzione versatile, leggera e sostenibile per proteggere e presentare prodotti di ogni genere.

leggi tutto
Buste che dicono molto di noi.

Buste che dicono molto di noi.

Le nostre buste sono il risultato di un processo umano. Abbiamo desiderato così tanto il cambiamento che, alla fine, lo abbiamo realizzato: avanguardia e tecnologia al servizio di una

leggi tutto
Realizzazione e-commerce